Artemisia absinthium

Assenzio Maggiore

Asteraceae


L'Assenzio maggiore (nome scientifico Artemisia absinthium) è una piccola pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Asteraceae. È una pianta medicinale nota soprattutto per il suo impiego nella preparazione del distillato d'assenzio, aromatico e molto amaro che si beve diluito o zuccherato. È la base aromatica principale nella preparazione del vermouth (che è il nome tedesco dell'Artemisia maggiore).
external image 800px-Artemisia_absinthium_-_Kohler_DESC.JPG

Descrizione

Habitat: terreni aridi soleggiati dal piano alla zona submontana.

Sono piante perenni la cui altezza può arrivare fino 4 – 12 dm. Sono piante legnose alla base, con gemme svernanti poste ad un'altezza dal suolo tra i 2 ed i 30 cm con un aspetto arbustivo. Sono decidue in quanto le porzioni erbacee seccano annualmente e rimangono in vita sol tanto le parti legnose. Queste piante sono prive di lattice;

È una pianta diffusissima lungo i muri, tra i sassi, nei luoghi aridi sia montani che di pianura.


external image cpmjpgs.php?pid=233213&taxon=Artemisia%20absinthium%20L.

Fusto

external image cpmjpgs.php?pid=158566&taxon=Artemisia%20absinthium%20L.

Le parti aeree dei fusti sono semi-legnose, rigide e ramificati leggermente nella parte superiore e quasi per nulla in quella inferiore; i fusti sono colorati di grigio-verde;















Foglie

external image artemisia7.jpg

Le foglie dal colore verde, reso però grigiastro (o anche bianco-tomentoso) dalla presenza di una peluria bianca che le ricopre (peli a navetta), emanano un profumo piuttosto forte ed hanno un sapore amaro. La disposizione delle foglie lungo il fusto è alterna. In genere le foglie dei fusti sterili sono picciolate, mentre le foglie dei fusti fiorali sono sessili e progressivamente ridotte. Sono

foglie decidue.




















Infiorescenza


Fiorisce da maggio a settembre con grappoli minuti di fiorellini gialli e sono, appunto, questi rametti in fiore, essiccati accuratamente all’ombra, che costituiscono la parte propriamente medicinale.


external image artemisia-absinthium7729.jpg

L'infiorescenza di tipo a pannocchia è formata da numerosissimi (da 30 a 60, massimo 90) piccoli capolini emisferici, subsessili (ascellari), a portamento pendulo, disposti unilateralmente di color oro composti solamente da fiori tubulari.


external image artemisia-absinthium3129.jpg














Fiore

external image images?q=tbn:ANd9GcT-3IOgwRLjPHqGsHHXGt_CFcMo4JF0DByuh5C5LZH6itvQkVAv

I fiori sono formati da 4 verticilli: calice – corolla – androceo – gineceo e pentameri (calice e corolla formati da 5 elementi)

  • Calice: i sepali del calice sono ridotti ad una coroncina di squame quasi inesistenti. Lunghezza dei petali: 1 – 2 mm.

  • Corolla: i petali della corolla sono 5 a forma di lacinie; nella parte inferiore sono saldati a tubo (corolla di tipo tubuloso). Il colore della corolla è giallo-bruno.

  • Androceo: gli stami sono 5 con filamenti liberi ma antere saldate e formano una specie di manicotto avvolgente lo stilo.

  • Gineceo: i carpelli sono due e formano un ovario bi-carpellare infero uniloculare. L'ovario porta un solo uovo anatropo. Lo stilo è unico terminante in uno stigma profondamente bifido.





Frutti

external image cpmjpgs.php?pid=67190&taxon=Artemisia%20absinthium%20L.

Gli acheni

Il frutto è un achenio leggermente curvo sprovvisto di pappo. L'aspetto è glabro, quasi lucido. La forma è ellissoide-compressa.