STRUTTURA DEL FIORE
Struttura generale del fiore: 1: ricettacolo, 2: sepalo (calice), 3: petalo (corolla), 4: stame (androceo), 5: pistillo (gineceo).
external image 480px-Bluete-Schema.svg.png


external image 470px-Mature_flower_numbered.svg.png



1 - Fiore maturo, 2 - Stimma, 3 – Stilo, 4 – Filamento, 5 – Asse fiorale, 6 – Articolazione, 7 – Peduncolo, 8 – Nettario, 9 – Stame, 10 – Ovario, 11 – Ovuli, 12 – Connettivo, 13 – Microsporangio, 14 – Antera, 15 – Perianzio, 16 – Corolla, 17 – Calice.




POSIZIONE DELL'OVARIO

external image 800px-Ovary_position.svg.png
I: Ovario supero. S'inserisce sopra il ricettacolo fiorale da cui emerge in modo evidente. Come conseguenza gli altri elementi fiorali sono palesemente inseriti sul ricettacolo sotto l'ovario
II: Ovario seminfero. È parzialmente immerso nel ricettacolo. Gli altri elementi fiorali s'inseriscono su una linea equatoriale formata dalla parte superiore del ricettacolo
III: Ovario infero. È completamente immerso nel ricettacolo

L'OVARIO È FORMATO DA FOGLIE MODIFICATE DETTE CARPELLISi definisce monocarpellare se formato da un solo carpello.Si definisce bi-tri-pluri-carpellare se formato da più carpelli.
i carpelli possono essere fusi insieme originando un unico pistillo (ovario pluricarpellare sincarpico), o possono richiudersi ognuno su sé stesso originando pistilli diversi (ovario pluricarpellare apocarpico). In quest'ultimo caso ogni carpello originerà un frutto come ad esempio nel caso dell'ananas, della mora e del gelso.
external image flor_ovario_apocarpico_sincarpico_classificacao.jpg

external image tipos%20de%20gineceo.jpg

external image 495px-ZBalgfrucht-Nieswurz-orientalisch.jpgEsempio di ovario pluricarpellare con carpelli non fusi tra loro (apocarpico)